domenica 28 giugno 2009

Transformers: la vendetta del Caduto

Chi come me seguiva da piccolo gli episodi del cartone animato Transformers era rimasto un pò deluso dalla trasposizione cinematografica che era stata fatta qualche anno fa.
Ma forse non eravamo stati i soli.
Anche se era un buon film, veniva lasciato poco spazio agli effetti speciali e ai robots.
A tutto ciò si è posto rimedio con il secondo episodio: Transformers - La vendetta del Caduto.

Le uniche volte che ho avuto difficoltà ad entrare al cinema, a causa della troppa affluenza, era stato quando ero andato a vedere Titanic, Mission: Impossible II e Il sesto senso.
Da oggi dovrò aggiungere anche questo secondo episodio dei Transformers.
E' stato un pò strano trovare la sala completamente piena alle 3 del pomeriggio, sapevo che ci sarebbe stata molta gente ma non il cinema senza posti liberi.
Sicuramente la grande pubblicità fatta per questo film ha fatto la sua parte ma chi è andato a vedere il film, e chi ci andrà, sicuramente non resterà deluso, assistendo così a oltre 2 ore di puro spettacolo.

Il film è pieno di ironia, azione ed effetti speciali e grazie a tutto ciò la visione dello stesso risulta essere molto piacevole.
A questo punto spero proprio che ne facciano un terzo episodio mantenendo lo stesso mix e magari rendendolo ancor più spettacolare.

Buona visione

Guarda il trailer

sabato 27 giugno 2009

Ciao Michael...

Ero piccolo, ascoltavo la musica che trasmettevano in radio e in tv ma non sapevo fossero i cantanti che cantavano quelle canzoni; l'unico cantante di cui conoscevo il nome eri tu.
Dopo tutti questi anni, se ci ripenso, mi sembra impressionante che io, così come penso tanti altri bambini di allora, sapessero chi fossi tu ancor prima di sapere cosa fosse la musica o ancor prima di aver ascoltato le tue canzoni.
Questo perchè tu non hai scritto della buona musica o parte della storia di essa, Tu sei stato letteralmente la musica.

Quando frequentavo le superiori dentro il mio walkman, unico compagno di viaggio da casa a scuola e viceversa, c'era la musicassetta di Dangerous, a forza di ascoltarla l'avrò consumata.
Le mie canzoni preferite erano Who is it e Give in to me che avrò ascoltato almeno mille volte.
Dopo di allora ogni volta che sento una tua canzone o solo nominare il tuo nome mi fa pensare a quegli anni e a tutte quelle volte che ascoltavo Dangerous con il mio walkman.

martedì 23 giugno 2009

Fotografie

Qualche fotografia fra i ricordi che non ho, per toccare il fondo ma anche il cielo almeno un pò.
Mentre tornavo a casa ascoltavo Masini che cantava questa canzone, cioè il cd di Marco e non lui di persona, e mi ha fatto pensare alle fotografie.
Inizialmente ho pensato alle foto, digitali, che ho ancora da sistemare e poco fa che le ho riguardate ho cominciato a passare in rassegna nella mia mente i momenti immortalati in esse e cosa provavo in quei momenti in cui sono state scattate.
Ora che ci penso la maggior parte delle mie foto riguardano i viaggi che ho fatto, non ho che qualche foto scattata in momenti di vita "ordinaria". Ma se devo essere sincero la cosa non mi dispiace più di tanto più che altro perchè non credo che abbia tanto senso immortalare la routine, almeno per come la penso io.
Molte foto "cartacee" purtroppo non ce le ho qui a portata di mano e quindi adesso che mi è venuta voglia di rivederle non posso, ma cercherò di rimediare più avanti.

Un pò mi viene la nostalgia a pensare alle foto stampate, anche se effettivamente non è che fossero molto pratiche, anzi erano anche abbastanza ingombranti però non riesco a non pensare che a loro modo erano molto affascinanti.

Riguardando le foto delle vacanze inevitabilmente mi passano per la mente tanti pensieri; penso se era stata una bella vacanza, se la compagnia era stata ottima, se i posti che avevo visto mi erano piaciuti ecc...

Mi ricordo che l'Egitto aveva catturato la mia mente e il mio cuore e i compagni di viaggio che si erano susseguiti nelle mie varie visite non erano stati nè buoni e nè cattivi.
Ricordo l'Egitto per tutto quello che ho visto e vissuto e ci ritornerei altre mille volte.
Di certi viaggi ricordo solo alcuni posti visitati e alcuni episodi accaduti ma nient'altro.
New York e Tokyo sono stati due viaggi molto belli che rifarei, la compagnia era stata ottima e le città citate non hanno bisogno di presentazione. Ho rivisto le foto poc'anzi e devo dire che mi hanno fatto tornare in mente dei bei ricordi.

Il viaggio più brutto che ho fatto è stato sicuramente quando sono andato in Irlanda.
I posti che ho visto sono davvero molto belli ma purtroppo la compagnia era pessima e questo ha inciso notevolmente sul viaggio.
Pensandoci su è incredibile quanto un compagno di viaggio possa incidere sulla buona riuscita di un viaggio. Ma quando si decide di partire in compagnia è inevitabile che buona parte della riuscita del viaggio dipenda da chi viene con noi.

Il viaggio più bello che ho fatto credo che sia stato quando sono andato a Barcellona.
Penso che sia stato perfetto da tutti i punti di vista; nella sua semplicità, nei suoi tempi, nella compagnia e in tutto il resto ci rivedo sempre dei momenti stupendi che sono felice di aver vissuto.
Non so se in futuro mi capiterà nuovamente di rivivere dei momenti simili durante un viaggio e se troverò il compagno di viaggio giusto, ma sicuramente fino a quel momento posso ripescare dalla mia memoria i bei ricordi di quei giorni felici.
E se dovesse capitare che un giorno non dovessi ricordarmene allora ci sarebbero sempre le fotografie pronte a rinfrescarmi la memoria.

lunedì 22 giugno 2009

...

Fine, fine, pioggia di piccole spine, dal cielo velato cadute, spruzzate, paracadutate.
Fine, fine, che allaga tombini e cantine, in piccole pozze riunite, adunate, a due piedi saltate.
Scendi lentamente, portale i miei saluti più sinceri, batti piano sui vetri e sciogli i dispiaceri.
Scendi piano, piano, che ti senta arrivare da lontano, che abbia tempo per riparare, rifiatare.
Fine, fine, pioggia e corone di spine, nel cielo imbiancato con cura intrecciate, ad ognuno assegnate.
Fine, fine, cadono grani e perline, in queste mattine d'estate infiammate a lungo invocate.
Scendi lentamente, portale i miei saluti gentilmente, lascia che si riposi e non le manchi niente.
Scendi piano, piano, gocciolando sul viso e sulla mano, vai dovunque per rinfrescare, dissetare.
Vieni ad aiutarmi, so che puoi ascoltarmi, vieni prima che sia tardi.
Scendi lentamente, dopo tanto calore, finalmente si riprende respiro e non si sente niente.
Scendi piano, piano, temporale passato e già lontano, che possiamo dimenticare, riposare…

domenica 14 giugno 2009

Lo spirito del Giappone

Se qualcuno mi chiedesse dello spirito del Giappone, risponderei che è nei fiori di ciliegio selvatico in piena fioritura quando riflettono il sole del mattino.

domenica 24 maggio 2009

Paolo Maldini: un extraterrestre!

Oggi è l'ultima partita a San Siro di Paolo Maldini, penultima della carriera, e anche se non sono un tifoso del Milan non posso non apprezzare questo grandissimo calciatore italiano che abbia mai calcato i campi da gioco.
Per lui non parlano soltanto la correttezza, dentro e fuori dal campo, l'attaccamento alla maglia, una VERA bandiera, ma anche tutti i titoli vinti e non sono pochi! Un grande uomo di sport!

Il palmares:

7 Scudetti
5 Coppe Campioni/Champions League
3 Coppe Intercontinentali/Fifa World Cup
5 Supercoppe Europee
5 Supercoppe Italiane
1 Coppa Italia

I primati:

Presenze nel Milan in gare ufficiali: 900
Presenze in serie A: 646
Presenze nelle competizioni Uefa per club: 174
Presenze in Nazionale: 126
Trofei internazionali: 13
Finali di Champions League: 8 (con Gento)
Gol più veloce in finale Champions League: 53’’, Istanbul 2005
Insieme a Cesare, unici padre e figlio a vincere la Champions League da capitani, con la stessa maglia (Cesare 1963, Paolo 2003 e 2007)

Credo che non ci sia altro da aggiungere, a parte il fatto che io istituirei il pallone d'oro alla carriera solo per consegnarglielo per tutto quello che ha fatto e dato a questo sport.


Una notte al museo 2

In questo sequel, tanto divertente quanto il primo, Ben Stiller e Co. si spostano nel museo più grande del mondo: lo Smithsonian di Washington.
Il primo mi era piaciuto particolarmente, anche perchè a suo tempo avevo visitato il museo di storia naturale di New York e quella volta avevo passato una delle giornate più belle della mia vita, e rivedere gli stessi posti dove ero stato qualche anno prima era stato molto emozionante.
Nel secondo qualche scorcio del museo di New York me l'hanno fatto rivedere ma al di là di queste mie considerazioni personali il film è davvero molto divertente sostenuto come sempre dalla simpatia e dalla bravura di due dei componenti del Frat Pack: Ben Stille e Owen Wilson.

Buona visione!!!

Angeli e demoni

Chi ha apprezzato a suo tempo la lettura del libro sicuramente non resterà deluso dal film.
Il film riporta (quasi) fedelmente i fatti presenti nel libro, cosa solitamente rara, anche perchè alla stesura della sceneggiatura ha partecipato lo stesso autore, Dan Brown.
Una cosa che ho apprezzato molto è stato il finale che è stato modificato rispetto all'originale e reso più vero-simile. Mi ricordo che quando avevo letto il libro, tutto di un fiato, ero rimasto un pò deluso appunto dal finale che reputavo un pò troppo "fantasioso" ed esagerato e, mio parere personale, aveva rovinato un pò il libro.
Nel film si fa riferimento agli eventi del "Codice da Vinci" avvenuti in precedenza a quelli di "Angeli e demoni" ma in realtà la sequenza degli eventi nei libri è l'esatto contrario.

In ogni caso chi non ha letto entrambi i libri o non ha visto il "Codice da Vinci" può tranquillamente andare al cinema e vedere questo film anche solo per vedere recitare uno degli attori più bravi di sempre e vincitore di due premi oscar qual'è Tom Hanks. Sicuramente un valore aggiunto!
Devo dire che mi è piaciuta tanto anche l'interpretazione di Ewan McGregor, penso la vera sorpresa di questo film.

Piccolo particolare: il film fa vedere alcuni dei posti più belli di Roma, anche se per girare alcune scene è stato necessario ricostruire le locations negli studios in quanto non era possibile girare nei luoghi originali (v. il Vaticano).

domenica 10 maggio 2009

Monet: il tempo delle ninfee

Si, lo ammetto! La settimana scorsa tra i mille impegni che ho avuto sono riuscito a ritagliarmi un pò di tempo per fare il turista e quindi sono stato anche a vedere la mostra di Monet dal titolo "Il tempo delle ninfee".
Monet è il padre dell'impressionismo tanto che il nome al movimento,"Impressionismo" per l'appunto, fu dato preso da una serie di quadri che aveva dipinto l'artista e che li aveva definiti "impressioni".
Verso i cinquant'anni Monet compra una casa e un giardino a Giverny, a nord di Parigi, dove oltre a continuare a dipingere comincerà a dedicarsi al suo giardino giapponese da cui trarrà ispirazione per dipingere la maggior parte dei quadri fatti da quel momento in poi.

Questa mostra, che potrete ammirare sempre nelle stanze del Palazzo Reale a Milano, è interamente dedicata ai quadri che Monet ha dipinto in quel periodo chiamato appunto "Il tempo delle ninfee".

Anche in questo caso vi consiglio di visitare il sito www.mostramonet.it per avere maggiori dettagli.

Mostra sui Samurai

La settimana scorsa sono stato a Palazzo Reale (i "milanesi" lo conoscono benissimo) per vedere la mostra sui Samurai che si potrà ammirare fino al 2 giugno.
In realtà io sono un pò di parte in quanto sono sempre stato affascinato dai Samurai e da tutto ciò a essi connesso: la filosofia, il bushidò, le arti marziali...

Ma al di là di tutto credo che valga veramente la pena andare a vederla perchè, oltre ad esserci numerosi oggetti da vedere, sono presenti tantissime armature che non sono protette da teche di vetro e quindi è possibile ammirarle davvero da molto vicino, ma mi raccomando guardare e non toccare!!!

Per maggiori informazioni vi consiglio di visitare il sito www.mostrasamurai.it

Eccomi!

Finalmente dopo diverso tempo sono riuscito a trovare il tempo e la forza per scrivere.
In questi ultimi mesi sono successe diverse cose importanti che avrebbero meritato di essere commentate come, purtroppo, il terremoto in Abruzzo, ma purtroppo vicissitudini personali e motivi di salute mi hanno impedito di dedicare del tempo al mio blog.

In ogni caso adesso spero di poter avere una certa continuità nella pubblicazione dei miei post...spero...

La prima cosa che mi preme fare è quella di RINGRAZIARE tutti i visitatori che sono entrati nel blog, nonostante il suddetto periodo di inattività, e che hanno lasciato dei commenti.
Altro RINGRAZIAMENTO a tutti i visitatori che da un anno a questa parte hanno visitato il mio sito e che hanno sottoscritto la newsletter.
Da poco più di un mese il mio blog ha compiuto il suo primo anno di vita e se devo essere sincero non mi sarei mai aspettato di avere oltre 22000 visite in un periodo così breve.
L'apertura del blog voleva essere una valvola di sfogo dei miei pensieri e quindi, non essendo un sito di "servizi" o un e-commerce, è stata una bella sorpresa avere tante visite e un pagerank pari a 3.

Approfitto di questo post per informare gli iscritti alla newsletter che forse, a causa di un problema legato a feedburner, potrebbe risultare cancellata la propria sottoscrizione e quindi non ricevere i feeds via mail.
Se effettivamente non doveste ricevere i feeds potete, qualora lo vogliate ancora, provare a sottoscrivere nuovamente la newsletter.

A presto,
Gabriel

mercoledì 18 marzo 2009

Le interviste impossibili: Alberto Tomba

Mentre cercavo il video sul Trap guardate un pò cosa ho trovato?
Chi da diversi anni segue "Mai dire gol" ha già capito di cosa si tratta!

Buona visione!

Auguri Trap!

Il mitico Trapattoni ha compiuto 70 anni!

Adesso il Trap sta allenando la nazionale irlandese e in Irlanda, oltre ad essere chiamato San Giovanni, sta raccogliendo altri risultati importanti che potrebbero portare gli irlandesi fino alla partecipazione alla fase finale dei prossimi mondiali.

Cosa dire del Trap?! 70 anni fatti di successi un pò in giro in tutto il mondo, sia come calciatore che come allenatore, un grande sportivo e un grande uomo di sport che ha saputo tenere alto il nome del nostro Paese con le sue vittorie, la sua professionalità, i suoi valori e la sua simpatia.

E di episodi simpatici ce ne ha regalati davvero tanti e ne voglio pubblicare uno.

Buona visione!

mercoledì 11 marzo 2009

Che mito Fiorello!

Credo che sia d'obbligo pubblicare il video di Fiorello apparso contemporaneamente su Sky, Rai e Mediaset o SkRaiSet come dice lui.

Buona visione!

lunedì 9 marzo 2009

Amauri in nazionale? No, grazie!

Chi segue il calcio conosce benissimo le vicende del calciatore della Juventus Amauri ma faccio un breve riassunto per chi abitualmente non segue questo sport.

Amauri è un calciatore brasiliano che per diversi anni ha giocato nella squadra del Palermo e la scorsa estate è stato acquistato dalla Juventus.
La moglie, anch'essa straniera, ha da poco ottenuto il passaporto italiano e in base a ciò lo stesso Amauri può richiedere la cittadinanza italiana. Con la cittadinanza italiana può ricevere la convocazione della nazionale italiana e giocare con la maglia azzurra.
Ovviamente ciò può accadere se nel frattempo lo stesso Amauri dovesse ricevere la convocazione della nazionale brasiliana e dovesse rifiutare tale offerta.

Perchè ho scritto nel titolo "No, grazie!" ad una sua possibile convocazione in azzurro?
Perchè il suo comportamento non mi è mai piaciuto.
Ovviamente non metto in discussione le sue doti calcistiche, Amauri è un bravissimo giocatore, ma lui ha sempre lasciato intendere di preferire la nazionale brasiliana a quella italiana e che la convocazione azzurra sarebbe solo un ripiego alla mancata convocazione dei verde-oro.

Ultimamente anche il grande Gattuso ha espresso il suo dissenso ad una possibile convocazione di Amauri in azzurro.
La nostra nazionale, campione del mondo in carica tra l'altro, non può essere un ripiego per nessuno ma ogni giocatore deve essere onorato di indossare quella maglia che ha una storia fatta di quattro coppe del mondo e di un campionato europeo.

Amauri ha tutto il diritto di chiedere la cittadinanza italiana perchè la legge glielo consente e questo gli permetterebbe di acquisire lo status di giocatore comunitario, ma dovrebbe mostrare più onestà ed esprimere chiaramente qual è la sua scelta primaria e successivamente non rispondere ad un'eventuale chiamata della "seconda scelta". Fermo restando che se io fossi in Marcello Lippi nemmeno lo convocherei.

Già in nazionale abbiamo Camoranesi che non parla benissimo l'italiano, non essendo nato e cresicuto in Italia è comprensibile, che a suo tempo aveva optato per la nazionale italiana e non per quella argentina e molti, tra cui io, avevano storto il naso per tale decisione.

Un discorso a parte sarebbe per un Balotelli, che anche se fisicamente non è per niente italiano è nato e cresciuto in Italia, si sente italiano e già da subito ha giocato nella nazionale under 21 e non vede l'ora di giocare nella nazionale maggiore.

Sicuramente i giocatori come Amauri fanno i loro interessi ed è giusto che li facciano ma spero che chi prenda le decisioni le prenda anche con un certo buon senso.

giovedì 19 febbraio 2009

Marco Masini e l'Italia

E' da un pò di tempo che mi chiedo: ma si può continuare ad avercela con i testi di Marco Masini che denunciano quello che succede ogni giorno in Italia? E pensare che gli stessi giornalisti che lo criticano ci fanno soldi a palate riempiendo quotidianamente i propri giornali con le stesse notizie.

Ancor prima che iniziasse il festival ha fatto molto discutere il testo della canzone di Masini, non solo per via dell'elenco di problemi che affliggono il nostro Paese e che giornalmente ci fanno indignare ma, soprattutto, per la frase "E' un Paese l'Italia che ci ha rotto i coglioni!".
Questo è bastato per fare in modo che l'attenzione si spostasse dal testo completo della canzone stessa, dalla melodia e dall'interpretazione del cantante alla parolaccia.
Personalmente trovo che il testo sia ben scritto e, guardando il festival, ho avuto anche modo di apprezzare sia la melodia che l'interpretazione di Masini; del resto non sono mai state messe in discussioni le doti canore del cantante (almeno questo...).

Per quanto riguarda la parolaccia non mi ha per niente disturbato e nel contesto in cui è stata inserita ci casca proprio a pennello.
Ogni giorno e in ogni luogo di parolacce ne sentiamo di tutti i colori, per non parlare delle bestemmie e di quello che di peggio possa esistere, e non continuo a capire perchè criticare un'intera canzone perchè all'interno della stessa è stata inserita una frase, ormai di uso comune, che contenga una parolaccia.

Credo che la migliore difesa della canzone e del cantante l'abbia data Paolo Bonolis durante la trasmissione Porta a Porta che si è tenuta la sera prima dell'inizio del festival.
Bonolis ha dichiarato: E' come se uno ti tirasse uno schiaffo in faccia, tu ti girassi e dicessi "ma che cazzarola fai?" è il problema non è che ti abbia tirato uno schiaffo in faccia ma che tu abbia detto "cazzarola". Questa si chiama ipocrisia.

Sarò di parte ma a me la canzone di Marco Masini piace, mi è sembrata nel complesso, insieme a poche altre, molto buona e che può competere per un buon piazzamento finale.
Alla fine saranno i voti delle persone a decretare il successo o l'insuccesso di tutte le canzoni e non i giornalisti...fortunatamente!

Di seguito pubblico i video di Porta a Porta e dell'interpretazione di Masini duranta la prima serata del festival.

Buona visione

Bonolis e Masini a Porta a Porta


Marco Masini canta l'Italia durante la prima serata del festival

mercoledì 18 febbraio 2009

Sanremo 2009: I testi delle canzoni

Ieri sera è iniziato ufficialmente la 59a edizione del Festival di Sanremo.
Finalmente le polemiche delle ultime settimane lasciano il posto alla musica, ai cantanti e alle loro canzoni.

Pubblico di seguito i testi delle canzoni in gara. Buona lettura.

Afterhours – “Il Paese È Reale”
Dici sempre le preghiere
Conti sempre fino a dieci e
Preghi ancora che
Non tocchi a te
Decidere
Piangi fermo in tangenziale
Inseguivi una cazzata
Era splendida e dorata
Fresca e avvelenata
Ma il paese da affondare
Tutto intorno a te a ballare
Bestemmiando disprezzare
E riderci un po’ su
E tu vuoi far qualcosa che serva
E farlo prima che il tuo amore si perda
Non ti accorgi che se lo vuoi tu
Quel che valeva poi non vale più
Se ti han detto resta a casa
Vola basso non scocciare
Se disprezzi puoi comprare
Se vale tutto niente vale
Se non sai più se sei un uomo
Se hai paura di sbagliare
Se hai voglia di pensare
Che fra poco è primavera
Adesso fa qualcosa che serve
Che è anche per te se il tuo paese è una merda
C’è una strada in mezzo al niente
Piena e vuota della gente
E non porta fino a casa
Se non ci vai tu
Io voglio fa qualcosa che serva
Fammi far solo una cosa che serva
Dir la verità è un atto d’amore
Fatto per la nostra rabbia che muore

Albano - “L’amore È Sempre Amore”
L’amore non corrisposto
E’ sempre amore
Anche se non ha “quando”
E non ha “dove”
Questo vuol dire
Che il suo spazio è immenso
E’ limpido il suo mare
Di un azzurro intenso
La barca mia
Si perde all’orizzonte
Tornerà indietro
Ormai non ha più senso
La terra ferma
Quasi si confonde
E poi scompare
Lasciandomi sognare
C’è qualche cosa di romantico
Di appassionante ed incredibile
E so che mi travolgerà
E’ come l’onda che mi riempirà
L’anima…
C’è qualche cosa di romantico
D’immateriale e incomprensibile
Che fa soffrire quando c’è
Non lo credevo più possibile
Non per me
L’amore amaro e puro
Che mi trascina fino a te
In nessun luogo, mai, però per sempre
Sento che ti amerò perdutamente
Coltiverò così la mia speranza
Il mare che si chiude in una stanza
C’è qualche cosa di romantico
D’immateriale e incomprensibile
Che mi trascina fino a te
Non lo credevo più possibile
Non per me
L’amore amaro e puro, sincero amaro e vero
Che fa soffrire quando c’è
L’amore non corrisposto è sempre amore

Alexia & Mario Lavezzi - “Biancaneve”

Uomo:
Azzurra come la felicità
la vita mia va, come una vela
ed ogni giorno è una fetta si sa
quasi a metà questa mia mela
tu sola puoi spostare sai il limite
facendo diventare me un principe.
Donna:
Biancaneve vuoi dirmi chi è?
Lo sai anche tu centra poco con me
forse una strega mi sento semmai
si addice di più lo pensi anche tu
ma guarda questi occhi miei, ti bruciano
senti queste mani mie, ti incendiano.
Giuro che ti mangerei
a morsi ti divorerei,
con molto gusto, amore
giuro che ti abbraccerò
di baci ti soffocherò
per farti mio, amore.
Insieme:
Senza te, senza te, senza te,
senza te, ma dove vado, amore?
Giuro non ti pentirai
il paradiso sono io, si proprio io
la strega che vuoi,
meravigliosa strega che tu vuoi.
Uomo:
Hey Biancaneve che accade che fai?
Ti piace di più essere strega.
Donna:
La grinta è grinta mi piace così
ho il fuoco nel sangue, sarò la tua droga.
Insieme:
Dimmi che però mi vuoi e subito
dimmi che non ce la fai a vivere.
Insieme:
Senza me, senza me, senza me
senza me, ma dove vai, amore?
Giuro che ti abbraccerò
di baci ti soffocherò
per farti mio, amore.
Donna:
Presto tu ti accorgerai
che Biancaneve strega hai
come mi vuoi, amore.
Insieme:
Giuro non ti pentirai
il paradiso sono io, si proprio io
amore mio.
il paradiso sono io.
Uomo:
Voglio amarti semplicemente
Donna:
Non soffrire inutilmente
Insieme:
Da oggi in poi noi due, noi due teneramente
Insieme:
Senza te, senza te, senza te,
senza te, ma dove vado, amore?
Giuro non ti pentirai
il paradiso sono io, si proprio io.
Amore mio
Il paradiso sono io.

Marco Carta - “La forza mia”
Aprire gli occhi e ritrovarti qui
E’ come aprire una finestra al sole
E’ l’emozione del salto nel vuoto che mi porta da te
Aprire gli occhi e ritrovarti qui
E’ risvegliarsi mani nelle mani
E’ un bacio ad acqua salata che ancora più sete di te mi da
Quando tutto sembrava ormai spento
Nel mio mondo cercavo te
Quando tutto sembrava finito guardando il fondo
Invece ho sentito che
Tu sarai la forza mia
La mia strada il mio domani
Il mio sole la pioggia
Il fuoco e l’acqua dove io mi tufferò
Tu sarai la forza mia
Il mio gancio in mezzo al cielo
Il colpo al cuore
All’improvviso dentro me
Dentro me
Aprire gli occhi e ritrovarti qui
Lasciarsi andare sotto il temporale
Sentire come mi manca il respiro
Se i tuoi occhi accendono i miei
Quando tutto sembrava ormai spento
Nel mio mondo volevo te
Quando tutto sembrava sbiadito
Toccando il fondo invece ho sentito che
Tu sarai la forza mia
La mia strada il mio domani
Il mio sole e la pioggia
Il fuoco e la goccia dove io mi tufferò
Tu sarai la forza mia
Il mio gancio in mezzo al cielo
Il colpo al cuore
Il paradiso dentro me
Il mio gancio in mezzo al cielo
Il colpo al cuore
Il paradiso dentro me
Dentro me
Tu sarai la forza mia
Tu sarai la forza mia
Tu sarai la forza mia
Tu sarai la forza mia dentro me
Dentro me

Dolcenera - “Il Mio Amore Unico”
(Ah ah ah)
Stai pensando a me, stai pensando a me
Stai pensando a me o forse a lei
Dammi un bacio e dimmi se c’è ancora lei
Stai toccando me, stai abbracciando me o no?
La mia bocca è qui giuda irresistibile
Chiudi gli occhi e poi un respiro… un respiro
E sarai per me il mio amore unico
Tu sarai per me spazio senza limite
Il buoi e la scintilla
L’armonia del cosmo e delle stelle
E sarai per me
Tutto
Io ti ferirò io ti guarirò
Vuoi capirlo o no che ti devi arrendere
Io ti chiedo, t’imploro, ti prego
Di sconvolgermi
Ora tocca a me di fermate tutto
E sarai per me il mio amore unico
Tu sarai per me spazio senza limite
Il buoi e la scintilla
La musica che cresce e di colpo tace
E sarai per me
Guerra e pace
E sarai per me… (ah ah ah )
E sarai per me il mio amore unico
Tu sarai per me spazio senza limite
Il buoi e la scintilla
L’ordine perdetto dell’universo
Tu sarai per me
Tutto (ah ah ah)

Gemelli Diversi - “Vivi Per Un Miracolo”
Per ogni madre ancora troppo immatura
Che ha avuto troppa paura
Per ogni vita finita in un sacco della spazzatura
Per chi ha visto un genitore andare via
Per chi il proprio padre non sa nemmeno chi sia
Per chi cresce a mazzate date da un alcolizzato
Per il figlio che è scappato
E per quello che l’ha ammazzato
Per chi ha sentito sulla gola un coltello
Per le vergini vendute come carne da macello
Per il padre schiacciato dal suo lavoro
Che per dare il pane ai figli invecchia lontano da loro
Per ogni madre che si attacca alla bottiglia
Per ogni soldato mai ritornato alla famiglia
Per ogni cuore fatto a pezzi da una stronza
Per ogni donna che ha un uomo che non la ascolta
Per la gente onesta che però si sente sempre dire di no
Ce l’hai un attimo per me? Perchè c’è troppo bisogno di aiuto
Ti prego dimmi mentre il mondo piange Dio dov’è
Una preghiera va a chi è in carcere senza motivo
Per chi esce ma non cambia e torna in gabbia recidivo
Per il suo bambino
Per il suo futuro
Per chi è aldilà del muro
Per chi è umiliato e al suo padrone grida vaffanculo
Perchè ogni verità taciuta venga conosciuta
Per l’aria sporca e ogni foresta che viene abbattuta
Per ogni nonno come il mio che ha disertato il duce
Per chi ogni giorno prega Dio di avere un po’ di pace
Per ogni bacio non dato
Per ogni amore trovato
Per il barbone affamato morto in un prato
Per quello che si è salvato
Grazie a un euro donato
E per l’uomo che l’ha sfamato al volontariato
Per chi non se ne frega
Ti imploro veglia e prega
Su ogni ribelle nel giusto che non si piega
Per chi è sul baratro però
Guarda in basso e dice no
Ce l’hai un attimo per me…
Minuto dopo minuto il mondo va a rotoli ma resta muto
Dove sono cresciuto vieni tenuto
Seduto e l’odio viene venduto
Da mani lisce come velluto
Per cui c’è troppo bisogno di aiuto
Per chi non usa la forza ma usa il dialogo
Per chi non si arrende all’ennesimo ostacolo
Per quelli che sono vivi per un miracolo
Per te se come me vivi per un miracolo
Guarda giù dai speranza ai sognatori
E la forza per costruire giorni migliori
Per chiunque sia tagliato fuori
E guarda il cielo come me
Fausto Leali - “Una Piccola Parte Di Te”
Quando crescono i figli, non li tieni più in braccio
Ma diventi un ostaggio, per il loro futuro
E si alza quel muro che non c’era mai stato
Che segna il confine tra presente e passato…
Quando crescono i figli non ti danno più retta
Hanno sempre ragione, vanno troppo di fretta
Sanno dirti soltanto “Buonanotte o Buongiorno”
E ti accorgi che è meglio… se ti levi di torno…
E allora ripensi ai tuoi genitori
La tua insofferenza ai loro timori
Ma basta acquiloni o castelli di sabbia
Il mondo era là fuori
Tu dentro una gabbia…
E tutto ritorna ma cambiano i ruoli
La scuola, lo scooter, gli amici, gli amori
I figli ne fanno di tutti i colori
Vai fuori di testa
Ma poi li perdoni…
Quando crescono i figli c’è uno scontro diretto
Tra le loro esigenze e il tuo mare d’affetto
Chi si crede più grande, chi si sente più vecchio
Ma poi ti guardi allo specchio
E quel ragazzo davanti ai tuoi occhi… sei tu…
E gridi a te stesso…
Che tutto ritorna ma cambiano i ruoli
La scuola, lo scooter, gli amici, gli amori
I figli crescono ti tagliano fuori…
Ma in ogni cosa che fanno
Sai che c’è sempre una piccola parte di te…
E anche se poi se ne vanno…
Sai che c’è sempre una piccola parte di te…

Marco Masini - “L’Italia”
E’ un Paese l’Italia dove tutto va male
Lo diceva mio nonno che era un meridionale
Lo pensavano in tanti comunisti presunti
E no…
E’ un paese l’Italia che governano loro
Lo diceva mio padre che c’aveva un lavoro
E credeva nei preti che chiedevano i voti
Anche a Dio!
E’ un paese l’Italia dove un muro divide a metà
La ricchezza più assurda della solita merda
Coppie gay dalle coppie normali
E’ un paese l’Italia… che rimane fra i pali
Come Zoff!
E’ un paese l’Italia di ragazze stuprate
Dalle carezze di un branco cresciuto
Dentro gabbie dorate
Perché è un paese l’Italia dove tutto finisce così
Nelle lacrime a rate che paghiamo in eterno
Per le mani bucate dei partiti del giorno
Che hanno dato all’Italia
Per volare nel cielo d’Europa
Una misera scopa!
E’ un paese l’Italia dove l’anima muore da ultrà
Nelle notti estasiate nelle vite svuotate
Dalla fame dei nuovi padroni
E’ un paese l’Italia che c’ha rotto i coglioni!
Ma è un Paese l’Italia che si tuffa nel mare
E’ una vecchia canzone, che vogliamo tornare a cantare
Perché se l’ignoranza non è madre di niente
E ogni cosa rimane com’è…
Nei tuoi sogni innocenti c’è ancora l’odore
Di un’Italia che aspetta
La sua storia d’amore

Nicky Nicolai & Stefano Di Battista - “Più Sole”
E tu come lo sai che questi giorni miei
Sono pesi che i miei nervi non sopportano
E spiegami perchè è capitato a me
Di aver domande a cui non so rispondere
Un fiore mi racconta
Di essere disponibile alle cose
Che nei giorni si succedono
Non risparmiare mai
Non essere gelosa del profumo che i miei petali regalano
Più sole nei nostri oceani
Più sole nei nostri sabati
Più sole sotto i miei abiti
Ho sentito una musica dolce che chiama
il mio nome e la voglio ascoltare
L’amore è la mia unica energia
L’amore sarà legge nella mia vita
La voglia l’incoscienza la pazzia
Ho deciso che lascio alle spalle le cose
pesanti e mi lascio volare
Mi guard come se io fossi una bambina
Che non smette di giocare con le bambole
E forse non lo sai che questa mia allegria
E’ solamente un modo per difendermi
Dal tempo che non ha giustizia senso e qualità
E che ci porta via i migliori attimi
Saluterò i rimpianti
Mi affaccerò ai miei giorni nuovi
Io sono qui… se vuoi tu vieni a prendermi
Più sole oltre le nuvole
Più sole dentro i miei limiti
Più sole dentro i miei abiti
Sono stata indecisa insicura conosco
le trappole della paura
La vita che accade senza avvertimento
Averne abbastanza e volerne altre cento
Ho deciso di andare a cercare la gioia
fin dentro al dolore più grande
L’amore è la mia unica energia
L’amore sarà legge nella vita mia
La voglia l’incoscienza la pazzia
Più sole, più sole, più sole, più sole,
più sole, più sole, più sole, più sole

Patty Pravo - “E Io Verrò Un Giorno Là”
Come può un uomo uccidere con il suo Amore
E pensare di consolarsi… perché è stato un errore…
Io son qua, e ti sento, sento ancora che ci sei!
Ma è troppo stanca quest’illusione
Di ciò che ho perso e che vorrei…
La mia ferita… che cos’è, aiutami a guarire!
Proprio tu, che sei la luce, ma anche l’ombra del dolore
Dentro me…
E io verrò un giorno là,
ci daremo la mano e poi mai più ti lascerò,
voleremo davvero!
E resta qua, vicino a me, non lasciarmi mai sola,
ho paura che senza te
non vivrò mai davvero… Mai!!!
Com’è successo, che proprio io,
abbia spento il tuo sorriso!
Nel silenzio di una colpa
Che non riesco a perdonare…
L’immenso vuoto che hai lasciato, il mio corpo non può colmare,
perché l’eterno è così grande
che nulla può contenere
dentro me…
Ma io verrò un giorno là,
ci daremo la mano e poi mai più ti perderò,
ci saremo davvero!
E resta qua, vicino a me, non lasciarmi mai sola,
ho paura che senza te
non vivrò più davvero… Mai!!!
E io verrò un giorno là, ci daremo la mano.
E poi mai più ti perderò, ci Ameremo davvero!
E resta qua, stringiti a me, non lasciarmi mai sola,
ho paura che senza te, non vivrò mai davvero… Mai!!!

Povia “Luca Era Gay”
INTRO:
Luca era gay e adesso sta con lei Luca parla con il cuore in mano Luca dice
sono un altro uomo,
1^ STROFA:
Luca dice: prima di raccontare il mio cambiamento sessuale volevo chiarire che
se credo in Dio non mi riconosco nel pensiero dell’uomo che su questo
argomento è diviso,
non sono andato da psicologi psichiatri preti o scienziati sono andato nel mio
passato ho scavato e ho capito tante cose di me
mia madre mi ha voluto troppo bene un bene diventato ossessione piena delle
sue convinzioni ed io non respiravo per le sue attenzioni
mio padre non prendeva decisioni ed io non ci riuscivo mai a parlare stava fuori
tutto il giorno per lavoro io avevo l’impressione che non fosse troppo vero
mamma infatti chiese la separazione avevo 12 anni non capivo bene mio padre
disse è la giusta soluzione e dopo poco tempo cominciò a bere
mamma mi parlava sempre male di papà mi diceva non sposarti mai per carità
delle mie amiche era gelosa morbosa e la mia identità era sempre più confusa
RITORNELLO:
Luca era gay e adesso sta con lei Luca parla con il cuore in mano Luca dice
sono un altro uomo
Luca era gay e adesso sta con lei Luca parla con il cuore in mano Luca dice
sono un altro uomo
2^ STROFA:
sono un altro uomo ma in quel momento cercavo risposte mi vergognavo e le
cercavo di nascosto c’era chi mi diceva “è naturale” io studiavo Freud non la
pensava uguale
poi arrivò la maturità ma non sapevo che cos’era la felicità un uomo grande mi
fece tremare il cuore ed è li che ho scoperto di essere omosessuale
con lui nessuna inibizione il corteggiamento c’era e io credevo fosse amore sì
con lui riuscivo ad essere me stesso poi sembrava una gara a chi faceva meglio
il sesso
e mi sentivo un colpevole prima o poi lo prendono ma se spariscono le prove poi
lo assolvono cercavo negli uomini chi era mio padre andavo con gli uomini per
non tradire mia madre
2° RITORNELLO:
Luca era gay e adesso sta con lei Luca parla con il cuore in mano Luca dice
sono un altro uomo
Luca era gay e adesso sta con lei Luca parla con il cuore in mano Luca dice
sono un altro uomo
SPECIAL:
Luca dice per 4 anni sono stato con un uomo tra amore e inganni spesso ci
tradivamo io cercavo ancora la mia verità quell’amore grande per l’eternità
poi ad una festa fra tanta gente ho conosciuto lei che non c’entrava niente lei mi
ascoltava lei mi spogliava lei mi capiva ricordo solo che il giorno dopo mi
mancava
questa è la mia storia solo la mia storia nessuna malattia nessuna guarigione
caro papà ti ho perdonato anche se qua non sei più tornato
mamma ti penso spesso ti voglio bene e a volte ho ancora il tuo riflesso ma
adesso sono padre e sono innamorato dell’unica donna che io abbia mai amato
RITORNELLO FINALE:
Luca era gay e adesso sta con lei Luca parla con il cuore in mano Luca dice
sono un altro uomo
Luca era gay e adesso sta con lei Luca parla con il cuore in mano Luca dice
sono un altro uomo
Pupo & Belli & Youssou’n Dour - “L’opportunità”
Caro amico sconosciuto, io mi sento combattuto
tra la voglia di aiutare e i problemi da affrontare
nel cercare la risposta mi smarrisco perché so
quanto vale quanto costa questa volta dirti no.
Io vorrei che in questi giorni cosi pieni di paure
ci stringessimo la mano come fra persone vere
senza rancori o diffidenza lasciando posto alla speranza
che con un briciolo di sole si uniforma ogni colore.
Vivere insieme poi non è impossibile dipenderà da noi
vivere l’essere diversi come un’opportunità benvenuto amico e anche a chi non ha una casa, né un paese
ma solo offese
non esiste un’altra strada alternativa all’umiltà.
Benvenuto qua, benvenuto.
Caro amico sconosciuto, anch’io sono combattuto,
fra il bisogno di restare e la voglia di fuggire.
Per tornare nella terra dove io sono cresciuto,
dove il tempo si è fermato, caro amico sconosciuto.
Ogni strada è lastricata d’incertezza e buche fonde
il destino è stato duro, qualche volta anche con noi.
Io non voglio più sfuggire, il tuo sguardo amico caro
e non voglio che il problema sia la chiesa od il denaro.
Vivremo insieme noi, supereremo i mille ostacoli vedrai
vivremo l’essere diversi come un’opportunità,
benvenuto amico e anche a chi,
non ha una casa né un paese, ma solo offese.
Non esiste un’altra strada alternativa all’unità,
benvenuto qua…
Vivremo l’essere diversi come un’opportunità.
Benvenuto qua, benvenuto qua.
Benvenuto.

Francesco Renga - “Uomo Senza Età”
Quanta gente c’è
Ed aspetta me
Certo applaudirà
Ma perché io non so più
Trovo dentro l’anima
Un pensiero che
Mi riporta con il cuore a te
Ora in scena va
L’uomo senza età
Dilegua o notte
Per te canterò
Per te solo per te
Poi sorridere
A chi non lo sa
Quanto male fa
Ricordare di noi
Porto dentro l’anima
Questa pena che
Si confonde con la realtà
Ora in scena va
L’uomo senza età
Dilegua o notte
Per te canterò
Per te solo per te
Dilegua o notte
Per te canterò
Per te solo per te
Dilegua o notte
Per te canterò
Per te solo per te

Sal Da Vinci - “Non Riesco A Farti Innamorare”
Ho inventato questa sciocca scusa
Un appuntamento a caso
Per parlare un po’ di noi
Anche se per te non vale niente
Sei distratta quasi assente
Guardi quello che non c’è
Ho voglia di capire
Dov’è finito il tuo amore
Mi ami ancora?
Non riesco a farti innamorare più di me
E non so più qual è la strada per andare al cuore
Non riesco a farti innamorare più di me
E questa nebbia sembra essersi fermata su di noi
Stringo forte il pugno nella mano
Pago il conto della fine
Dopo l’ultimo caffè
Sento in bocca il gusto dell’amaro
L’espressione del dolore
Dentro i lividi che ho
In guerra non c’è amore
Ma stai facendo morire
Chi ti ama ancora
Non riesco a farti innamorare più di me
Le tue parole sono fredde da gelare il cuore
Prova a scendere giù
Dove vive il tuo diavolo
Dove fuoco più fuoco non c’è
Come ha bruciato con te un paradiso d’amore…
Hai chiuso tu la strada per andare dal tuo cuore
Se non riesco a farti innamorare più di me
Se devo arrendermi
Se devo perderti
Stasera porta pure il vuoto via con te

Tricarico - “Il Bosco Delle Fragole”
Tra di noi chi paga sono solo io
e del resto non fa nulla
forse forse erano meglio le fragole
tu ti eri solo perso.
Sono bello sono bellissimo
sono bravo sono bravissimo
sono solo sono solissimo
però poi mi sono dato un limite
non ho spinto più sulle favole
sono rimasto solo senza alibi
e ho sognato un bosco senza fragole
e son caduto su di te.
Pene dell’inferno per me
non voglio pene senza fine per te
ma solo bene e certezze per te
non ho non è non ha non ho.
Sono cane cane canissimo
sono furbo furbo furbissimo
sono solo solo solissimo
però poi mi sono dato un alibi
la paura paura di vivere
non posso star solo senza vincere
perchè morir senza le fragole
e son caduto su di me
delusa?
Pene dell’inferno per me
non voglio pene senza fine per te
ma solo bene e certezze per te
non ho non è non ha non ho
Pene dell’inferno per me
non voglio pene senza fine per te
ma solo bene e certezze per te
non ho non è non ha non ho
Non è non è non è che non ti capisca
però però non ho tempo
domani domani domani chi sa?

Iva Zanicchi - “Ti Voglio Senza Amore”
Ti voglio senza amore
Senza una dipendenza e la morale persa
Nel labirinto che c’è dentro al cuore
Ti voglio senza amore
Perché non sia in perdenza
Il mio senso di incoscienza e per non farmi male…
Ti voglio senza amore
Ti voglio senza niente
Sentirti fino in fondo
Per non averti in mente
Perché non me ne importa di quello che farai dopo di me…
Ti voglio senza amore
Perché mi fa più effetto
Averti dentro un letto che pensarti con faso pudore
Però ti tengo stretto finchè non mi farai gridare… sì… si
Ti voglio senza amore
Ho perso troppo tempo
A dare agli altri tutto restando sempre vuota dentro…
Ti voglio senza amore perchè una volta tanto io voglio pensare a me… a me …
Ti voglio senza amore , quel tanto che mi basta
Ad inventarmi un trucco, per perdere la testa
Amare le tue mani, ed il tuo corpo acceso su di me…
Ti voglio senza amore, ma dammi tutto il resto
Fai quello che ti piace, però non finire presto
Ti voglio senza amore , ti voglio solamente…
Mi basta che mi trovi, che ci proci, che ti muovi e che tu voli…
Come faccio io con te…
Ti voglio senza amore, amore…

domenica 1 febbraio 2009

Operazione Valchiria

Ieri ho visto al cinema il film Operazione Valchiria, uscito in Italia proprio ieri quasi in concomitanza con la giornata che in Italia viene riservata al ricordo delle vittime della Shoah ebraica.
Il film parla di un attentato organizzato da diversi ufficiali tedeschi per eliminare Adolf Hitler, il quindicesimo e ultimo prima che lo stesso Hitler nove mesi dopo si suicidasse nel suo bunker.
Questo film oltre a parlare di un fatto storico realmente accaduto vuole ribadire ancora una volta che non tutti i tedeschi erano come Hitler e che molti di loro hanno cercato di fare qualcosa per far cessare la dittatura che stava opprimendo il loro Paese e l'Europa intera.
Personalmente ho apprezzato molto questo film non solo perchè mi appassiona la storia ma anche per il modo in cui è stato narrato e per la bravura degli attori.
Per chi è abituato a vedere Tom Cruise recitare in determinati ruoli resterà molto stupito da questa sua interpretazione, forse la più intensa della sua carriera.
Al di là di quello che scrivono, o hanno scritto, i giornali credo che Operazione Valchiria sia uno dei migliori film usciti negli ultimi mesi e attualmente in programmazione e che valga la pena di andare al cinema per guardarlo.

Buona visione!

martedì 27 gennaio 2009

Shoah il giorno della memoria

La parola "Shoah" in ebraico vuol dire distruzione e viene associata a quello che il mondo scoprì il 27 gennaio del 1945 con l'abbattimento dei cancelli di Auschwitz.
In questa giornata sono tante le manifestazioni di solidarietà al popolo ebraico che vengono svolte in Italia e non solo, ma il tutto non si deve ridurre ad una sola giornata in tutto l'anno e non si deve ridurre alla sola Shoah.
Purtroppo la Storia troppe volte è stata protagonista di genocidi e di massacri e tante volte il Mondo è stato a guardare, e nel momento in cui decidette di intervenire fu sempre troppo tardi, ormai il peggio si era consumato.
In ogni caso tali tragedie sono sempre state guidate da uomini sanguinari sprezzanti della vita, capaci solo di uccidere persone indifese solo perchè appartenenti ad un altro credo, solo perchè di un colore di pelle diversa, solo perchè di idee diverse dalle proprie.

Il genocidio degli ebrei, il genocidio cambogiano degli oppositori di Pol Pot, il genocidio della Bosnia Erzegovina, quello degli oppositori politici del comunismo cinese...NON ESISTE UN GENOCIDIO PEGGIORE DI UN ALTRO!
Un bambino ucciso in un posto diverso o in un periodo storico diverso non può essere più o meno importante di un altro.

Le giornate come quella di oggi ci devono far ricordare tutte le Shoah che sono avvenute nel mondo e che non devono ripetersi mai più!

Ogni genocidio è una macchia di sangue indelebile, sulla storia, sul mondo e sulla nostra memoria!

mercoledì 21 gennaio 2009

Obama e Berlusconi

Ieri sera stavo cercando su YouTube i video sul giuramento e il discorso di Obama quando mi sono imbattuto nel video di Berlusconi al congresso degli Stati Uniti.
Credo che sia doveroso pubblicarlo affinchè chi non l'abbia ancora visto possa ridere un pò.

Buona visione

Kakà e gli pseudo-valori

Kakà è rimasto al Milan e questa è la notizia...ma non per me!
Per me la notizia è che Kakà non è andato al Manchester City, dove si dice avrebbe guadagnato 15 milioni di euro netti a stagione, per restare al Milan dove comunque ne guadagna già 9.
Già un pò di tempo fa avevo pubblicato un post nel quale scrivevo tutto il mio disappunto sul calcio di oggi ma più si va avanti e più si tocca il fondo.
Kakà ha rifiutato l'offerta del City e subito si è parlato di etica, di valori che ancora sono presenti nel calcio ma se così fosse allora perchè non si riduce l'ingaggio?
E' necessario guadagnare tutti quei soldi oppure aspirarne a guadagnare ancora di più?

Per non parlare del periodo in cui ci troviamo. Sinceramente vedere così tante persone manifestare affinchè Kakà non andasse in un'altra squadra mentre ci sono molti lavoratori che perdono il lavoro a causa di tutti i danni che hanno fatto le banche allora trovo tali manifestazioni di cattivo gusto. A me non verrebbe mai in mente di fare robe di questo tipo per una persona che in un solo anno guadagna più di quanto io riuscirei a guadagnare in tutta la mia vita.
In tutto questo dove sono i valori?

Sia chiaro che io non ce l'ho con Kakà, anzi, come ho scritto nel mio post "calcistico" precedente, se ad un calciatore vengono offerti tanti soldi fa solo bene ad accettarli...però che nessuno mi venga a parlare di etica e di valori e a dire frasi del tipo "i soldi non sono tutto" dopo che ne guadagni una montagna ogni anno.

Mi rendo conto che nel calcio più andiamo avanti e più assisteremo a scene di questo tipo ma spero che la gente cominci a vedere il calcio solo per quello che è: il gioco più bello del mondo.

martedì 20 gennaio 2009

Il giuramento di Barack Obama

Adesso Barack Obama è ufficialmente il 44° presidente degli Stati Uniti d'America.
Ogni presidente, per tradizione, ha la facoltà di prestare giuramento su una bibbia che per lui ha un valore particolare, Obama ha scelto la bibbia che è appartenuta a Lincoln per dire le 39 parole che formano il giuramento con cui il presidente degli Stati Uniti neo eletto giura di difendere la costituzione.

“Io, Barack Hussein Obama, giuro solennemente che eserciterò lealmente l’incarico di presidente degli Stati Uniti ed eserciterò le mie capacità al massimo per preservare, proteggere e difendere la Costituzione degli Stati Uniti”.

A seguito del giuramento Obama ha tenuto un discorso di 18 minuti dove ha ribadito i "cavalli di battaglia" della sua campagna elettorale, ha ricordato i padri fondatori, tutti quegli uomini che sono morti per difendere la libertà dei cittadini americani e non solo.
Il sistema sanitario, la crisi economica, la disoccupazione, la guerra in Iraq questi saranno alcune delle sfide che Obama dovrà affrontare e che intende vincere.

"Un uomo, il cui padre 60 anni fa non sarebbe stato servito nemmeno nei bar, oggi è diventato presidente e può prestare il giuramento più solenne" credo che questa sia la frase più significativa del discorso di Obama che racchiude il cambiamento e il momento storico che stiamo vivendo con la sua elezione.

IL GIURAMENTO


IL DISCORSO

martedì 6 gennaio 2009

Gli eventi più importanti del 2008

Cosa è successo nell'anno appena trascorso?
Quale è stato l'avvenimento più importante del 2008?
E cosa ci ha lasciato in eredità?

Sicuramente non è stato un anno molto fortunato, di cose ne sono successe e purtroppo buona parte di esse non sono state molto positive.
Le Olimpiadi, il crollo delle borse, l'elezione di Obama alla presidenza degli Stati Uniti, la spazzatura di Napoli. Per cosa sarà maggiormente ricordato l'anno 2008?

Quello che cercherò di fare in questo post sarà di elencare per ogni mese del 2008 quello che è successo; con ogni probabilità mi dimenticherò di qualcosa ma conto sull'apporto dei lettori più attenti affinchè coi loro commenti possano integrare quanto presente in questo articolo.





Gennaio
Lo scandalo legato alla spazzatura di Napoli e dintorni è sicuramente l'evento principale del primo mese del 2008.
Credo che abbiamo ancora tutti davanti agli occhi le immagini che venivano continuamente trasmesse in tv con strade piene di pile di immondizia capaci di arrivare anche ai primi piani delle case e di ricoprire auto intere.
Quelle immagini fecero il giro del mondo e in quei momenti di certo non potevamo vantarci più di tanto di vivere in un "Bel Paese".
Le conseguenze di quell'evento si fecero sentire tantissimo sull'economia della Campania e soprattutto sul settore del turismo.

Post correlati:
- Gli italiani del sud e la monnezza

Febbraio
La dichiarazione di indipendenza del Kosovo, lo scioglimento delle camere e "l'abdicazione" di Fidel Castro.
Febbraio non è stato avaro di eventi.

Prodi non riesce più a governare, il presidente Napolitano incarica Franco Marini affinchè possa trovare una soluzione alla crisi del governo ma ogni tentativo risulta vano e quindi l'Italia si ritrova senza un governo e con una nuova campagna elettorale alle porte.
Da una parte il Partito delle Libertà, che nasce dalla fusione di Forza Italia e Alleanza Nazionale, e la Lega Nord di Bossi e dall'altra il Partito Democratico nato dalla fusione di diversi partiti di centro-sinistra e l'Italia dei Valori di Di Pietro.
Pier Ferdinando Casini non accetta che il suo partito perda la sua identità a favore di un generico PDL e quindi decide di correre da solo alle prossime elezioni.

Il Kosovo proclama unilateralmente la propria indipendenza dalla Serbia.
Cresce la tensione non solo nella regione interessata ma anche nel resto del mondo.
La Serbia, appoggiata da Cina e Russia, non accetta questa decisione mentre dall'altra parte ci sono l'Unione Europea e gli Stati Uniti che appoggiano la neonata Repubblica del Kosovo.
A quel tempo ebbi come l'impressione di rivivere il periodo della Guerra Fredda con la Russia che stava a Berlino Est e gli Stati Uniti a Berlino Ovest.

Fidel Castro, ormai malato da diverso tempo, si vede costretto a lasciare la presidenza di Cuba a favore del fratello Raul.
La presidenza di Raul Castro si contraddistingue subito per alcune importanti novità che forse a noi possono sembrare delle cose più che scontate.
Una per tutte la possibilità di acquistare piccoli elettrodomestici tra cui telefoni cellulari, fino a quel momento proibiti per i cittadini cubani.
Altra novità importante è quella legata alla proprietà delle abitazioni.
A cuba tutte le case appartengono al governo ma per decisione di Raul Castro sarà possibile passare la "proprietà" della casa da padre in figlio, fermo restando che il governo cubano resta il proprietario di tutte le abitazioni.

Marzo
Purtroppo marzo vede la repressione col sangue dei monaci buddisti da parte dell'esercito cinese.
In Tibet è in corso una manifestazione da parte dei monaci buddisti durante il giorno del 49° anniversario dell'occupazione cinese in Tibet. Pechino ordina di reprimere nel sangue tale manifestazione nonostante sia di natura pacifica.
Le immagini che fanno il giro del mondo restano pochissime perchè l'esercito cinese non permetteva ai giornalisti di arrivare nei luoghi degli scontri.
La diplomazia internazionale fece molte pressioni sul governo cinese, in tutti i Paesi ci furono tante manifestazioni Pro-Tibet ma gli scontri proseguirono e il mondo non intervenì.

In Spagna Zapatero vince le elezioni mentre in Italia viviamo l'ultimo mese di campagna elettorale.

Si conlcude il festival di Sanremo con la vittoria di Lola Ponce e Giò di Tonno con la canzone Colpo di Fulmine.
Sarà ricordato come il festival che ha registrato gli ascolti più bassi della storia della kermesse e per i fischi del pubblico del teatro ad Anna Tatangelo arrivata seconda e protagonista di un "Gigi, ti amo" indirizzato al compagno Gigi D'Alessio durante il ritiro del premio.

Aprile
Aprile è il mese delle ennesime elezioni in Italia.
Il Partito delle Libertà, grazie soprattutto agli ottimi risultati ottenuti dalla Lega Nord, vince con ampia maggioranza le elezioni.
Scompaiono dal governo tutti i piccoli partiti del centro-sinistra che avevano deciso di correre da soli.
L'Italia dei Valori di Di Pietro riscuote un sempre più crescente consenso tra i cittadini e l'Unione di Centro di Casini grazie soprattutto ai voti degli elettori siciliani riesce a mantenere la propria presenza nel governo italiano.
La campagna elettorale è stata aspra e intensa e si è concentrata soprattuto su 3 temi che in quel momento interessavano maggiormente il Paese: la sicurezza, la spazzatura della Campania e l'affaire Alitalia.

In Tibet continuano gli scontri e si fanno sempre più insistenti le notizie che vogliono alcuni capi di Stato non presenti alla cerimonia di apertura delle prossime olimpiadi che si terranno a Pechino.

Post correlati:
- Perchè boicottare le olimpiadi di Pechino?
- Oscar Pistorius e la sfida per essere normale
- La possibilità di Oscar

Maggio
Maggio è il mese in cui vengono resi noti i nomi dei ministri del nuovo governo.
Il numero dei componenti dello staff del nuovo governo risulta essere di gran lunga inferiore rispetto al precedente ma a fare scalpore non saranno i numeri ma alcune nomine.
Il Ministero delle Pari Opportunità viene assegnato all'ex showgirl Mara Carfagna, le malelingue dicono più per i suoi rapporti intimi con il primo ministro che per le sue doti politiche. Le più importanti testate estere commentano così: "Berlusconi si è preso il ministro più bello del mondo".
Roberto Calderoli viene nominato ministro alla Semplificazione e subito dopo la Libia rompe gli accordi siglati con l'Italia per proteggere le coste italiane dall'immigrazione clandestina.
Tempo prima Calderoli era stato fotografato con una maglietta anti-islam e subito non erano mancate le critiche e le ripercussioni di quel suo gesto poco rispettoso.

Giugno
A giugno fa discutere il decreto "salva-premier". L'opposizione lo considera come l'ennesima legge ad personam fatta dal primo ministro Silvio Berlusconi.

Il ministro della Difesa Ignazio La Russa, a seguito dell'impegno preso in campagna elettorale dal governo in carica in materia di sicurezza, decide di inviare 2500 soldati nelle maggiori città italiane.

In Irlanda si svolge il referendum sul trattato di Lisbona relativo alla costituzione europea.
Anche gli irlandesi votano no.

Si giocano gli Europei di calcio in Austria e Svizzera.
L'Italia non riesce ad andare oltre i quarti di finale che perde ai rigori contro la Spagna.
La stessa Spagna vince meritatamente la competizione al termine della quale vede il C.T. Roberto Donadoni esonerato dalla Federazione Italiana Giuoco Calcio.
Alla guida della Nazionale viene chiamato nuovamente Marcello Lippi.

Post correlati:
- ...e gli irlandesi ebbero la possibilità di decidere...
- L'Olanda ha già vinto il suo campionato europeo





Luglio
Il mese di luglio è caraterizzato dalla liberazione di Ingrid Betancourt dopo oltre 6 anni di prigionia.
La Betancourt nel 2002 si era candidata alle elezioni per la presidenza della Colombia.

Agosto
Hanno inizio le olimpiadi di Pechino.
Tantissime le polemiche legate agli scontri avvenuti in Tibet e al fatto che il governo cinese continua a censurare tantissimi siti internet non cinesi, per l'occasione sono resi accessibili solo alcuni di essi.

Mentre sono in corso le olimpiadi la Georgia decide di ritirare la propria delegazione dai giochi a causa dei gravissimi scontri che sono in corso in Ossezia tra l'esercito russo e quello georgiano.
Gli sforzi diplomatici, che vedono in prima linea Francia e Italia, sortiscono gli effetti sperati e pongono fine agli eventi bellici.

Settembre
Cominciano a presentarsi i primi segnali importanti della crisi economica mondiale.
Negli Stati Uniti rischiano di fallire diversi istituti bancari salvati in extremis dal governo americano ma nulla sarà fatto per salvare la Lehman Brothers. Nel corso dei mesi gli eventi si susseguiranno fino ad investire la quasi totalità degli stati mondiali.

Al Cern di Ginevra viene effettuato un importantissimo esperimento che secondo gli scienziati creerà le stesse condizioni del Big Bang.
Tra mille timori e curiosità viene attivato l'acceleratore Large Hadron Collider ma i risultati ottenuti non sono quelli sperati soprattutto a causa di un guasto all'apparecchio che poco dopo obbligherà gli scienziati a fermare gli esperimenti per permettere ai tecnici di ripararlo.

Ottobre
Ad ottobre imperversano in tutto il Paese le manifestazioni degli studenti e dei professori contro la riforma dell'istruzione del ministro Gelmini.
Scuole e atenei vengono occupati anche tra le proteste di quei studenti che invece nonostante tutto vogliono continuare a studiare.

Post correlati:
- ...e c'era una volta la scuola!

Novembre
Il mese di novembre viene monopolizzato dalla notizia relativa alle elezioni svolte negli Stati Uniti.
Barack Obama è il primo afro-americano a diventare presidente degli Stati Uniti.
Dopo una lunghissima e impegnatissima campagna elettorale Obama riesce ad avere la meglio sul rivale John McCain che dopo essersi congratulato con il suo avversario dichiara che "qualora sia necessario sarà disposto ad aiutare Barack Obama, il suo nuovo presidente".

Post correlati:
- Barack Obama: Yes, You Can!

Dicembre
Il 2008 si chiude in maniera tragica.
Imperversano gli scontri in Grecia, nella striscia di Gaza e la crisi economica nel resto del mondo.
Oltre 50 mila lavoratori del gruppo Fiat vengono messi in cassa integrazione, il tasso di disoccupazione è in aumento. La crisi investe il nostro Paese ma finora l'Italia resta uno dei pochi Paesi alla quale le banche non hanno ancora chiesto aiuti statali.
Il primo ministro sostiene che è necessario non fermare l'economia e sprona gli italiani a non smettere di comprare, nello stesso periodo alcuni tg fanno dei servizi in cui mostrano gli italiani intenti a spendere e spandere per i regali di Natale; restano le perplessità di tantissime persone sulla "genuinità" di tali servizi giornalistici.

Vengono resi noti i nomi del prossimo festival di Sanremo che sarà presentato da Paolo Bonolis.
Subito polemica per alcuni cantanti definiti un pò troppo "over" di età e per la canzone di Povia Luca era gay che a quanto pare parla di un ragazzo "guarito" dall'omosessualità.
Soprattutto per quest'ultimo motivo le critiche sono molto intense tanto che in questi giorni lo stesso Povia sembra aver ricevuto minacce di morte.

Post correlati:
- Sanremo 2009

Riflessioni finali
Il 2008 ha visto il susseguirsi di tanti momenti negativi e molti di essi ancora oggi ci fanno sentire il loro eco.
Nella striscia di Gaza continuano gli scontri e la diplomazia internazionale non riesce ad intervenire a causa della mancanza di disponibilità da parte del governo israeliano.
La crisi economica è ancora presente e si aspettano questi primi mesi per capire quanto ancora potrà durare e in che modo ne potremo uscire.

Se dovessi scegliere tra tutti quelli elencati un solo evento che possa rappresentare l'intero anno credo che sceglierei la crisi economica.
Credo che sia stato l'evento che più di tutti gli altri abbia caratterizzato il 2008 e che, anche se in misura diversa, tutti abbiamo vissuto e continuiamo a vivere.

Io, nonostante tutto, voglio essere ottimista e sperare in un 2009 migliore. Sarà sicuramente un anno difficile ma credo che non possa arrivare ad essere perggiore di quello appena trascorso.
Adesso non ci resta che aspettare e vedere cosa succederà.




Creare e gestire un blog: BidVertiser

Cercando su internet un alternativa a Google Adsense mi sono imbattuto nel sito di BidVertiser.
Il sito è in inglese ma offre soluzioni e annunci anche per siti italiani e in italiano.
Il funzionamento è lo stesso di Adsense solo che i casi di bannaggio sono più rari.

BidVertiser ha diverse particolarità.
La prima è che offre 20$ a chiunque si iscriva per pubblicizzare il proprio sito e per chi vende su Ebay offre la possibilità di creare annunci aggiornati in tempo reale sullo stato dell'asta; i 20$ sono sfruttabili anche per pubblicizzare le proprie aste su Ebay.
Ha una maggiore flessibilità nell'accettare i siti da pubblicizzare e sui quali pubblicare la pubblicità e inoltre permette una maggiore possibilità di personalizzare gli annunci da pubblicare.

Credo che una visita al sito sia d'obbligo, anche perchè l'iscrizione è gratuita!